Palermo, emessi due Daspo Willy per la rissa in piazza Sant’Anna

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
2 Minuti di lettura

Il questore di Palermo Maurizio Calvino ha emesso due Daspo Willy nei confronti di due ragazzi, entrambi minorenni, che avrebbero partecipato alla rissa avvenuta lo scorso 16 novembre in piazza Sant’Anna, in cui si sono scontrate due comitive di giovani.

Ai destinatari del provvedimento, entrambi palermitani, di 17 e 19 anni, è stato espressamente vietato, rispettivamente per 14 e 12 mesi, dalle 18.00 alle 04.00 del giorno successivo, festivi compresi, l’accesso e la frequentazione dei locali pubblici nelle immediate vicinanze del luogo in cui si è svolta la rissa: via Cantavespri, e piazzetta Santa Cecilia.

Il Daspo Willy, misura che permette ai questori di vietare l’accesso ai locali e ad alcuni esercizi pubblici alle persone che compiono determinati reati o sono anche solo denunciate, trae origine dallo strumento introdotto per arginare la violenza negli stadi, definito dall’acronimo DASPO, ovvero: Divieto di Accedere a manifestazioni Sportive.

Si tratta di una “misura di prevenzione personale atipica” disciplinata nel dicembre 2020, in ricordo di Willy Monteiro Duarte, il giovane pestato e ucciso a Colleferro, in provincia di Roma, il 6 settembre dello stesso anno.

Articoli correlati

Attimi di terrore a piazza Sant’Anna, giovani si tirano addosso tavolini e sedie.

 

Palermo, denunciati 4 giovani per la rissa in Piazza Sant’Anna.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.