Palermo, baraccopoli in piazza Kalsa, i residenti protestano

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
2 Minuti di lettura

A Palermo la presenza di una baraccopoli in piazza Kalsa suscita la protesta dei residenti.

Nella piazza storica, ai piedi del muro nei pressi di uno degli ingressi di palazzo Forcella De Seta sono state realizzate delle baracche dove, ormai da mesi, trovano riparo, alcuni clochard.

Sotto una delle porte dei bastioni del capoluogo alcuni senzatetto hanno improvvisato giacigli di fortuna; e su tutta la piazza Kalsa vi sono tende e capanne, perfino sotto gli alberi e sotto la porta dei Greci.

«Sembra che nessuno vede niente. Qui vengono tanti turisti e ammirano la bellezza del palazzo e lo sconcio della baraccopolicommenta un residente – Ogni tanto arriva qualcuno per pulire, ma poco dopo torna tutto come prima. La nostra non è un’azione contro chi vive in questo modo, ma non si può trasformare una delle più belle piazza di Palermo in questo sconcio. Una piazza della vergogna. Non ne possiamo più».

La protesta dei residenti della zona non si limita soltanto ad un intervento di pulizia, come emerge da alcune testimonianze: «L’amministrazione deve farsi carico anche di queste persone, deve trovare una soluzione affinché nessuno possa cercare riparo in questo modo. E’ una vergogna pubblica».

Nella foto in evidenza: Palazzo Forcella De Seta a Palermo – Foto tratta da Wikipedia, autore: Dedda71.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.