Ennesimo raid di ladri nelle pompe di benzina del palermitano

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
3 Minuti di lettura

Un altro furto nella notte in un distributore di carburante a Misilmeri

I ladri rubano denaro in contanti, e sigarette nel distributore Fuelpower lungo la Palermo-Agrigento

Nella notte scorsa si è verificato, ancora una volta, un furto ai danni di un distributore di carburante a Misilmeri, tra le 03.30 e le 04.00: una banda di ladri ha rubato denaro in contanti, e sigarette nella stazione di servizio della Fuelpower, lungo la strada statale Palermo- Agrigento.

Dalle indagini, attualmente in corso, condotte dai carabinieri della compagnia di Misilmeri, che hanno acquisito le video registrazioni delle telecamere di sorveglianza, è stato possibile ricostruire la dinamica del furto.

Le immagini delle telecamere mostrano due uomini con il volto coperto da cappellino e mascherina, che hanno scassinato la porta a vetri del distributore di carburante on un piede porco,

Secondo una prima ricostruzione due uomini con il volto coperto da cappellino e mascherina avrebbero raggiunto l’ingresso e avrebbero scassinato la porta a vetri con un piede porco e, una volta dentro, hanno fatto razzia rubando i pacchetti di sigarette esposti e i pochi contanti lasciati in cassa.

Sono poi fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Misilmeri. Nei giorni scorsi un altro furto è stato messo a segno in un distributore Q8 nella frazione di Portella di Mare sempre in territorio di Misilmeri.

Si tratta dell’ennesimo colpo messo a segno da ladri che hanno preso di mira distributori di carburante, e tabaccherie nella zona del palermitano

Nei giorni scorsi un altro furto è stato messo a segno in un distributore Q8 nella località di Portella di Mare, frazione del comune di Misilmeri, ed alcune settimane fa si sono già verificati due “raid” nella città di Palermo, e nel comune di Misilmeri; in un caso i ladri sono anche riusciti a portarsi dietro un bottino che è ancora in fase di quantificazione.

Un primo furto era stato tentato in una tabaccheria nella borgata di Ciaculli; nel corso del quale i ladri hanno prima danneggiato la telecamera di videosorveglianza installata all’esterno, e dopo hanno tentato di forzare la saracinesca, senza però riuscire nell’intenzione di intrufolarsi all’interno, e rinunciando di conseguenza al loro piano criminoso.

Un colpo, questa volta andato a segno, e con una dinamica simile, si era verificato nel mese di luglio al quartiere Zisa di Palermo, dove sono stati rubati pacchetti di sigarette, e gratta e vinci.

L’episodio è avvenuto nel Bar tabaccheria “Sport bar”, in via Imera, dove i ladri dopo avere forzato la porta d’ingresso, sono penetrati all’interno dell’attività commerciale riuscendo a rubare della merce per un valore complessivo di migliaia di euro.

Nicola Scardina

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.