Si dimette il Presidente della Consulta giovanile di Cinisi

Ieri mattina il presidente della consulta giovanile di Cinisi Andrea Di Gangi, tramite un comunicato, ha rassegnato le proprie dimissioni per intraprendere la nuova avventura alla guida della segretaria nazionale della Federazione universitaria cattolica italiana (FUCI), incarico affidatogli nei giorni scorsi.

Nel comunicato afferma quanto sia stato importante, significativo e formativo per lui ricoprire questo ruolo istituzionale dall’estate del 2019 fino ad oggi, ribadendo il ruolo fondamentale che ha la consulta giovanile nel tessuto sociale: “Sin da quando sono stato chiamato a svolgere le funzioni di presidenza di questo importante organo comunale, ho sperimentato l’importanza delle sue funzioni quali quelle di organo di rappresentanza dei giovani di Cinisi e quelle di occasione di incontro delle associazioni e delle rappresentanze dei giovani, al fine di contribuire alla definizione delle politiche giovanili dell’Amministrazione Comunale.” e ancora: “Nel corso del mio mandato ho avuto modo di intendere correttamente il significato di giovinezza: una qualità non legata alla età anagrafica, bensì alla capacità di inventarsi e reinventarsi, di fare insieme, di costruire, crescere e sognare”.

Coglie così l’occasione per ringraziare sia i ragazzi e le associazioni della consulta, che hanno reso possibile il confronto e il lavoro dello stesso organo, che gli impiegati comunali e l’amministrazione nella figura del sindaco Giangiacomo Palazzolo, “uomo audace in grado di pensare un luogo, quale è la nostra Villa Bianca, in cui il potere mafioso ha dovuto cedere il posto alla immensa forza del dialogo e della condivisione”.

Nel comunicato Di Gangi fa gli auguri ai componenti della consulta :”Esorto il presidente della Consulta e quanti, dopo di lui, si troveranno a svolgere queste funzioni a vivere questo servizio con la gioia e la leggerezza della nostra età, ma sentendo sulle spalle la responsabilità della rappresentanza dei bambini e dei ragazzi che studiano nelle nostre scuole, dei giovani universitari che vivono l’incertezza del futuro, dei giovani costretti a lasciare questa terra bellissima per lavoro. Auguro al futuro presidente un’esperienza bella e felice come quella che qui termino. Anzi più bella e più felice.” e manda un messaggio alla politica: “Esorto la politica a non cercare ai giovani, ma cercare i giovani. Cercateli nelle stanze chiuse in cui regna la noia, cercateli nell’entusiasmo che vince sull’incertezza, cercateli agli incroci e nelle piazze, cercateli mentre giocano a calcio per le strade, cercateli mentre siedono sugli ingressi delle case, cercateli negli occhi di chi è ancora capace di sognare. Questa dovrebbe essere priorità di ogni azione politica: non cercare l’impegno dei giovani ma dare ai giovani mezzi per impegnarsi.”

Concludendo il comunicato: “Infine, la gratitudine al mio paese, a Cinisi, a ciascuno dei miei compaesani: a questa
comunità, che amo, il mio commosso saluto.”

Lorenzo Puleo – Cinisi Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più