Roccapalumba, imbrattato murale dedicato a Falcone e Borsellino

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
3 Minuti di lettura

Nella giornata di ieri, 29 dicembre, a Roccapalumba nel Palermitano è stato imbrattato un murale dedicato ai giudici Falcone e Borsellino.

Il dipinto, situato in piazza La Marmora, è stato sporcato da alcuni vandali con il disegno di una svastica, una scritta satanica, ed altri segni inquietanti come dei punti neri sulla fronte dei volti dei giudici che sembrano rappresentare fori di proiettili.

Come se non bastasse, a completare l’atto vandalico è stata aggiunta la scritta “Cospiratori” sopra il nome dell’associazione locale Ohana che ha realizzato l’opera di street art dedicata alla memoria dei due magistrati antimafia in occasione dell’anniversario della strage di via d’Amelio ed inaugurata lo scorso 19 luglio.

A Roccapalumba vandlai imbrattano murale dedicato alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino.

«Un gesto vile, che ci lascia senza parole, non semplicemente perché quel murale è stato realizzato con impegno dalla nostra associazione, ma perché quel murale ha un messaggio ben preciso» – ha commentato l’associazione Ohana su un post della sua pagina Facebook.

«É stata offesa l’immagine di due personalità che, più di tutte, rappresentano la legalità e la lotta alla mafia. Sono stati offesi tutti coloro che credono che un mondo migliore sia possibile. Siamo stati offesi tutti noi cittadini! – prosegue la nota di denuncia dell’associazione Ohana – Nei prossimi giorni denunceremo tutto alle autorità competenti, sperando che questo ignobile gesto resti un episodio isolato e sperando che sia uno spunto di riflessione per tutti».

«Non importa quante volte lo imbratterete, ci troverete sempre dalla stessa parte» – hanno dichiarato i volontari dell’associazione Ohana in un post successivo.

«Siamo dell’avviso che di fronte a certe nefandezze non bisogna girarsi dall’altra parte. È auspicabile che l’intera comunità prenda coscienza e consapevolezza di questo grave gesto» – ha dichiarato Claudia Maniscalchi, presidente dell’associazione Ohana.

Ferma e decisa anche la condanna da parte dell’amministrazione comunale di Roccapalumba che sui social ha scritto: «L‘amministrazione Comunale, appreso dai social il gesto perpetrato ai danni del murales che raffigura Falcone e Borsellino posto in Piazza La Marmora, condanna il gesto come vile e ignobile in relazione al messaggio che i magistrati hanno lasciato nella lotta alla mafia e alla criminalità. Speriamo che il colpevole venga individuato e soprattutto ci auguriamo che gesti di questo tipo non abbiano a ripetersi».

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.