Arresto a Palermo

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
1 Minuti di lettura

Un palermitano ai domiciliari, con l’accusa di rapina, effettuata a Misilmeri lo scorso febbraio, assieme a due complici

L’uomo è stato incastrato dalle riprese delle telecamere di sorveglianza

Il GIP di Termini Imerese ha emesso un provvedimento di arresto ai domiciliari, con braccialetto elettronico, nei confronti di un palermitano con l’accusa di rapina aggravata in concorso, effettuata in un locale di Misilmeri, nello scorso mese di febbraio.

L’uomo, un 36enne è stato accusato di avere commesso una rapina,il 28 febbraio in un bar ristoro a Misilmeri, assieme ad altri due complici.

Due membri della banda, incappucciati hanno rubato circa 800 euro, minacciando il titolare dell’esercizio commerciale.

Ad attendere i due rapinatori fuori dal bar, vi era un complice a bordo di un’auto: una Golf Volkswagen.

Gli agenti di polizia, grazie alle registrazioni del sistema di videosorveglianza, sono stati in grado di risalire all’uomo che è stato arrestato. Sono, attualmente, in corso di svolgimento le indagini per risalire agli altri componenti della banda di rapinatori.

Nicola Scardina

Articoli consigliati

Misilmeri. sequestrato impianto di calcestruzzo.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.