A Bagheria il concerto dell’Unione Bandisti Madoniti

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
2 Minuti di lettura

Si svolgerà domenica prossima, 8 gennaio a Bagheria il concerto per saxofono, contralto e banda dal titolo: La riscoperta del repertorio bandistico sconosciuto”, organizzato dall’ “Unione Bandisti Madoniti”, e dall’associazione culturale musicale “Vincenzo Bellini” di Gratteri.

Il concerto verrà eseguito a Palazzo Butera, presso la chiesa delle suore Vincenziane con inizio alle 19.00.

L’evento musicale, che si avvale del patrocinio del comune di Bagheria, è organizzato in collaborazione con il “Piccolo parco urbano”, “Jaxite” e “Deluxe Saxophone Museum”.

Com’è facilmente intuibile dal titolo, il concerto sarà incentrato sulla riscoperta di brani del repertorio bandistico sconosciuto composto nel periodo compreso tra la fine del XIX e la prima metà del XX secolo.

Il complesso strumentale madonita, eseguirà, con la direzione del maestro Francesco Cangelosi, musiche di Boccati, Iasilli, Li Causi, Manente, Quatrano, e Tufilli.

La particolarità del concerto sarà costituita dall’esecuzione del brano “Concerto per Saxofono Contralto e Banda”, a 175 anni dalla prima esecuzione avvenuta l’ 8 gennaio 1848 a Firenze.

Il brano, composto da Ermanno Picchi (7 Giugno 1811-18 Aprile 1856), e di cui fu persa la partitura nel corso dell’alluvione di Firenze del 1966, rappresenta la prima composizione in cui viene suonato il saxofono, strumento inventato dal belga Adolf Sax nel 1848.

Ciò che costituisce il brano attuale è un arrangiamento per banda del compositore Angelo De Paola.

Un’altra preziosa chicca dell’evento sarà l’esibizione del solista: il Maestro Luciano Inguaggiato, che suonerà un Saxofono storico del 1867.

Fonte: Ufficio Stampa del Comune di Bagheria.

Locandina per il concerto dell'unione Bandisti madoniti a Bagheria

 

Articoli consigliati

“Bagheria in rosso”, tour delle Ferrari tra le ville della città.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.