fbpx

Capaci. Stop alla movida selvaggia

Parte la nuova stagione estiva e puntuale arriva l’ordinanza che dice stop alla movida selvaggia a firma del sindaco Pietro Puccio. L’ordinanza tende ad evitare le solite baruffe a cui ormai tutti gli anni, i cittadini e gli avventori del lungomare di Capaci, sono abituati. Ricordiamo che il primo Daspo Willy a Palermo fu dato proprio a seguito di una maxi rissa a Capaci.
Con la nuova ordinanza sono previste restrizioni sulla vendita di alcolici e superalcolici nelle ore serali e notturne. E, come se non bastassero le già vigenti norme della questura, si rimarca l’impossibilità di improvvisare discoteche sul lungomare di Capaci.

Questa decisione presa dal sindaco Pietro Puccio, ha l’obiettivo di prevenire risse e altri atti di microcriminalità come avvenuto, appunto, nel recente passato. L’ordinanza, valida su tutto il territorio di Capaci e non solo nelle attività ricadenti sul lungomare, ha l’obiettivo di aumentare la sicurezza negli stabilimenti balneari, nelle attività commerciali e in quelle di somministrazione.
«Confidiamo nella collaborazione di tutti, esercenti e avventori, – afferma il sindaco – affinchĂ© le norme indicate vengano osservate e fatte rispettare».

Stip alla movida Selvaggia

L’ordinanza che dice stop alla movida selvaggia vieta la somministrazione e vendita, anche nella forma dell’asporto, di bevande in contenitori o bottiglie di vetro e lattine, dalle 19 alle 6 dell’indomani. Ad eccezione dei casi in cui la somministrazione e consumazione avvenga all’interno dei locali o pertinenze esterne autorizzate. Continua con il divieto della vendita di superalcoolici da asporto dalla mezzanotte e fino alle 6 dell’indomani. Resta consentita nei locali e aree date in concessione fino all’orario di chiusura stabilito.

Durante la giornata invece è fatto divieto di consumo su aree pubbliche o private a uso pubblico di bibite alcooliche e superalcooliche in contenitori di qualunque materiale acquistate o a qualsiasi titolo acquisite altrove. Per l’intera giornata c’è il divieto assoluto a tutti i pubblici esercizi ed agli stabilimenti balneari, su demanio marittimo o su area privata, di svolgere feste da ballo o intrattenimenti danzanti.

Aldo Sollami – Capaci Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di piĂą