Bagheria, al via la realizzazione di un nuovo murale

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
3 Minuti di lettura

È stato presentato oggi in conferenza stampa al Palazzo Butera di Bagheria il bozzetto di un nuovo murale che sarà realizzato dagli artisti Claudia Clemente e Filippo Calvaruso.

L’opera, delle dimensioni di 11 x 3 m, è già in corso di realizzazione sulla parete di un condominio in via Mattarella; su di essa campeggerà la rappresentazione delle architetture di villa Palagonia.

Il murale, se le condizioni climatiche lo permetteranno, potrebbe essere pronto già verso la fine dell’anno, ma verrà inaugurato a gennaio 2024.

Si tratta della quinta opera realizzata nell’ambito del progetto “Fuori Cornice”, ideato dall’architetto Cettina Castelli, per una riqualificazione artistica della città attraverso lo Street Art.

Il murale si aggiungerà ai precedenti 4: quello situato all’ingresso dell’autostrada che rappresenta il poeta Ignazio Buttitta ed il pittore Renato Guttuso, quello in via del Cavaliere dedicato al lavoro dei maestri artigiani, quello dedicato al maestro Ennio Morricone in via Roccaforte,e quello in via Libertà dedicato ai bambini.

Questa volta ad essere protagonista del murale è una donna: “Domina Bacharia”, un’immaginaria nobildonna bagherese che tiene in mano un mazzolino di zagare.

«Anche con questo murale torna la filosofia del progetto “Fuori cornice” che unisce modernità e tradizione, personaggi rappresentativi e tradizioni della città»ha commentato Cettina Castelli.

«Per la prima volta in un murale cittadino si rappresenta una donna immersa in un giardino di fiori di zagaraha evidenziato Claudia Clemente – Domina Bacharia, un omaggio a questa città immaginata come una Donna forte e coraggiosa ed al contempo sensuale grazie al profumo di zagara che sprigiona un vento di pace. La porta del vento porta pace e Zuma, appunto pace in arabo».

«Volevamo regalare a Bagheria qualcosa di cui essere orgogliosaha dichiarato Filippo Calvaruso – Questa città cui sono legato anche per gli studi presso il liceo artistico cittadino e che ha una ricca storia meritavano da parte mia un regalo alla comunità».

Fonte: Ufficio Stampa del Comune di Bagheria.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.