Violenta rapina a Firenze. In manette un palermitano

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Un imprenditore di 79 anni è ricoverato in coma irreversibile all’ospedale di Careggi di Firenze dopo che fu aggredito e rapinato la sera del 20 marzo scorso a Campi Bisenzio in provincia di Firenze mentre andava in banca per versare l’incasso settimanale della sua pasticceria. Due malviventi fuggirono in auto. Ora due presunti rapinatori sono stati arrestati dai carabinieri per rapina pluriaggravata e lesioni gravissime.

Sono un 63enne di Palermo ed un 47enne detenuto per altre vicende giudiziarie a cui il provvedimento è stato notificato in carcere. L’assalto avvenne nel parcheggio di una filiale di Banca CrFirenze, in via delle Tre Ville, nel comune di cintura. Quella sera il palermitano, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, avrebbe fatto da palo mentre il complice dopo aver atteso che l’anziano scendesse dall’auto, parcheggiata in uno degli spazi per i disabili, lo avrebbe assalito alle spalle facendolo cadere a terra per strappargli il borsello che conteneva 18.000 euro.

Il 47enne raggiunse a piedi il complice e insieme si allontanarono a bordo di una Mercedes classe A di colore scuro. I carabinieri sono riusciti a risalire ai rapinatori attraverso le telecamere di sorveglianza della zona che hanno ripreso gli spostamenti dell’auto. La vettura è stata posta sotto sequestro

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.