Si schiantano contro un palo con un’auto rubata e fuggono

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Si schiantano contro un palo dopo l’ennesimo tentativo di furto d’auto a Palermo, protagonisti pare due giovani, che hanno agito alla periferia meridionale della città. I ladri hanno rubato un’auto, ma hanno avuto evidenti difficoltà a guidarla. Così la fuga dal luogo del furto è finita prima contro una vettura posteggiata e dopo contro un palo dove l’auto si è arrestata.

Protagonisti, della vicenda, due ladri di automobili in azione in via Galletti, nella zona di via Messina Marine a Palermo. Una fuga, quella dei due giovani, che è durata poco. Il veicolo che avevano rubato è finito contro un palo della luce e nell’urto sono state coinvolte altre due vetture, che erano parcheggiate a pochi metri di distanza e sono state danneggiate dall’urto.

Subito dopo lo schianto i due giovani sarebbero fuggiti a piedi e non si ha ancora tracce di loro. Le indagini per risalire all’identità dei maldestri ladri sono condotte da parte degli uomini dell’arma dei carabinieri, mentre sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli agenti della polizia municipale della sezione infortunistica di Palermo che si sono occupati di effettuare i rilievi per stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

Per il proprietario del mezzo rubato non proprio un lieto fine visto che l’autovettura rubata in via Galletti risulta essere gravemente danneggiata.

Analogo episodio qualche ora dopo all’Arenella, due giovani hanno rubato un’auto Fiat Panda. Ma il furto è stato segnalato alla sala operativa della polizia. Gli agenti hanno intercettato l’auto. Ne è nato un inseguimento. In via Papa Sergio la corsa è stata interrotta da una seconda volante che si è scontrata contro la vettura in fuga. I due giovani sono usciti e i poliziotti sono riusciti a bloccare uno dei due giovani un palermitano di 23 anni. Sono in corso le ricerche del complice.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.