Petralia Soprana, nasce la Comunità Energetica rinnovabile e solidale.

Redazione
da Redazione
3 Minuti di lettura

Petralia Soprana – Nasce la comunità energetica di Petralia Soprana. 55 soci, ieri pomeriggio, alla presenza del notaio Maria Maddalena Brucato hanno dato vita alla Comunità Energetica denominata “PETRALIA SOPRANA”.

Il Borgo dei Borghi diventa protagonista del processo di transizione energetica nel proprio territorio contribuendo alla costruzione di un nuovo modello di organizzazione sociale basato su produzione e consumo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Il modello seguito per la costituzione della Comunità Energetica “PETRALIA SOPRANA” è partito dal basso con il coinvolgimento del Comune e di cittadini che si sono uniti per favorire la costruzione di una infrastruttura che potrà essere utilizzata anche per beneficiare di incentivi previsti dalle vigenti norme.

Le Comunità Energetiche si fondano su un modello decentrato e diffuso in cui i cittadini diventano utenti che non si limitano al ruolo passivo di consumatori, ma partecipano attivamente alle diverse fasi del processo di produzione e gestione dei flussi energetici ed economici generati dalla Comunità stessa.

L’avvio dell’attività vede il Comune di Petralia Soprana in prima linea che metterà a disposizione proprie aree per la realizzazione di impianti anche da soggetti terzi.  Va anche detto che il Comune ha già in essere 6 nuovi impianti fotovoltaici, in attesa di connessione alla rete elettrica, grazie all’ATS Alte Madonie- PSR Sicilia 2014-2020 – Misura 7.2. e un altro da realizzarsi con fondi “Piccoli Comuni”.

Tutti gli apparati saranno messi a disposizione della Comunità Energetica che ha già eletto il proprio Consiglio di amministrazione di cui è presidente il sindaco protempore Pietro Macaluso. Ne fanno parte Gianluca Brucato, Anna Maria Concetta La Placa, Vincenzo La Placa e Damiano Librizzi.

“Vanno ringraziati gli uffici, in particolare l’architetto Mario Cerami – afferma il Vice Sindaco Pietro Puleo –  con il quale abbiamo lavorato sodo e in modo proficuo, spesso districandoci con la complessità e la contraddittorietà delle norme che man mano sono state emanate. Oggi possiamo dire di essere ampiamente soddisfatti, anche per l’interesse e la grande partecipazione che siamo riusciti a generare tra i nostri concittadini – continua il sindaco Pietro Macaluso. Mi auguro che quanto prima possa ulteriormente allargarsi e produrre benefici per la nostra comunità.”

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.