Palermo, petardo esploso dentro il tram, conducente in ospedale

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

A Palermo, tre ragazzini hanno fatto esplodere un petardo all’interno di un tram, con a bordo i passeggeri, mentre il mezzo procedeva verso Corso dei Mille.

In base ad una prima ricostruzione della dinamica dell’increscioso episodio, i tre ragazzini hanno preso di mira il tram dell’AMAT che era arrivato all’altezza di viale Amedeo d’Aosta.

Il tram, che stava viaggiando sulla linea 1, ha fatto una sosta alla fermata Missori; in quel momento i tre ragazzini, a volto coperto, avrebbero acceso un petardo per poi lanciarlo all’interno del mezzo pubblico a bordo del quale erano presenti diversi passeggeri.

L’esplosione del petardo ha danneggiato la porta automatica, e ha bucato la pedana del tram, e come se non bastasse ha causato il ferimento del conducente.

Quest’ultimo, dopo essersi sincerato delle condizioni dei passeggeri, ha provveduto a chiudere la «bussola» ed è ripartito per raggiungere il capolinea, dove ha lanciato l’allarme.

Dopo aver avvisato l’azienda il dipendente dell’AMAT è arrivato nel deposito, ha contattato i carabinieri e ha chiesto l’intervento di un’ambulanza che, giunta sul posto, lo ha trasportato all’Ospedale Policlinico per i dovuti accertamenti.

L’uomo è stato ascoltato dai carabinieri, che hanno poi acquisito i video ripresi da numerose telecamere di sorveglianza installate nella zona dove è accaduto il fatto, e che potrebbero fornire qualche elemento utile per potere risalire all’identità dei tre giovani vandali.

Per quanto riguarda il tram, è stata disposta dall’AMAT la sua permanenza in deposito finché non verranno effettuate le operazioni necessarie alla sostituzione delle parti danneggiate.

Nell’immagine in evidenza: Tram a Palermo – Fonte: Wikipedia, autore: Formica rufa.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.