Un progetto che contrasta la droga con lo sport

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
4 Minuti di lettura

A Bagheria un incontro dell’amministrazione comunale con le associazioni sportive per organizzare un evento dedicato allo sport e alla salute

Il 5 novembre alle 10.00 a Villa San Cataldo

È in programma per il 5 novembre a Bagheria la convocazione da parte dell’amministrazione comunale di tutte le associazioni sportive operanti nel territorio, nonché gestori di palestre, e tutti coloro che operino nel mondo dello sport, allo scopo di organizzare insieme una evento dedicato allo sport e alla salute.

L’incontro, previsto per le 10.00 a Villa San Cataldo, è organizzato dall’assessorato alle Politiche Sociali e la Famiglia diretto da Emanuele Tornatore, e si inserisce nell’ambito del progetto “Non è roba per te” , per una campagna di sensibilizzazione finalizzata alla prevenzione e al contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti, avviata un anno fa dal Comune di Bagheria.

I soggetti invitati all’incontro a cui sarà presente l’assessore allo Sport Massimo Cirano, potranno esporre delle proposte che verranno valutate dall’amministrazione comunale, per organizzare una giornata di festa dello sport in cui si lanci un messaggio di forte contrasto alla droga.

Locandina "Non è roba per te", progetto del Comune di Bagheria per una campagna di sensibilizzazione conto la droga

A tale proposito l’amministrazione comunale ricorda che è sempre attivo un numero verde se si ha bisogno di aiuto o se si desidera aiutare chi ha un problema di dipendenza dalle droghe.

Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle 08.00 alle 20.00 al numero: 800.826620.

Il progetto “Non è roba per te”

Il progetto “Non è roba per te” è sorto un anno fa da un’iniziativa del Comune di Bagheria per prevenire e contrastare lo spaccio di droga.

“Non è roba per te” è stato finanziato per il totale dei costi del suo importo pari 102 mila euro, ed era stato presentato dal Sindaco Filippo Maria Tripoli assieme all’assessore alle politiche socio sanitarie e della Famiglia Emanuele Tornatore al comitato per la sorveglianza e per la sicurezza presieduto dal prefetto di Palermo Giuseppe Forlani.

Il progetto prevede azioni di prevenzione e di contrasto all’uso e allo spaccio di droghe grazie alla forte sinergia con le forze dell’ordine e di polizia, di concerto con il SER.T (Servizio Tossicodipendenze dell’ASP) di Bagheria, la comunità terapeutica Casa dei Giovani e il servizio sociale del Comune.

L’equipe del progetto si è insediata il 29 ottobre 2021, con il coordinamento di un assistente sociale del comune, e costituita da un rappresentante delle forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza), da un medico del SER.T, da un educatore della Comunità Terapeutica “Casa dei Giovani” e da un rappresentante del Nucleo Operativo Tossicodipendenze.

Compito dell’equipe è organizzare dei seminari informativi coinvolgendo gruppi di classe (studenti di terza media e studenti delle scuole superiori), il collegio dei docenti, l’assemblea dei genitori, le assemblee pastorali e le comunità parrocchiali e ancora la Consulta Giovanile, le associazioni presenti nel territorio, gli Scout, l’assemblea degli sportivi, le palestre e i singoli cittadini; con l’intenzione di operare una sensibilizzazione diffusa nel territorio volta a contrastare l’uso e la vendita di sostanze stupefacenti.

L’equipe si occuperà anche di predisporre del materiale informativo e scientifico da divulgare anche mediante social e attraverso contest artistici e audio visivi.

Fonte: Ufficio Stampa del Comune di Bagheria.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.