fbpx

Escluso dal concorso nell’arma perché obeso TAR lo riammette

Era stato escluso dal concorso per diventare carabiniere perché obeso, ma il giovane originario di Ficarazzi non se è rassegnato a mollare il sogno di diventare carabiniere. Contro questa decisione il giovane A.G. di 19 anni di Ficarazzi (Pa), ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro il ministero della Difesa, assistito dagli avvocati Girolamo Rubino e Daniele Piazza.

I giudici amministrativi dopo avere richiesto nuove verifiche hanno accolto le tesi della difesa. “Le valutazioni effettuate in sede di accertamento dei requisiti psico-fisici, seppure costituiscano tipica manifestazione di discrezionalità tecnica amministrativa, – scrivono i giudici – non sfuggono al sindacato giurisdizionale, laddove siano in esse ravvisabili ipotesi di eccesso di potere per travisamento dei fatti e illogicità”.

Da qui la decisione di annullare sia il giudizio di inidoneità che la graduatoria di merito del concorso condannando il comando generale dell’arma dei carabinieri al pagamento delle spese giudiziali. Il giovane siciliano ha vinto la sua piccola battagli e potrà realizzare il sogno di una vita, sarà arruolato nell’arma dei Carabinieri.

Una vicenda a lieto fine per A.G. che è anche un monito a non fermarsi mai davanti al primo no e ad inseguire sempre le proprie aspirazioni e i propri sogni fino alla fine.

Redazione – Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più