fbpx

Capaci: vandali danno a fuoco alcuni cumuli di rifiuti

La scorsa notte nella zona villaggio Leone, a Capaci, tra le vie Rapallo e Almirante, alcuni cumuli di rifiuti sono stati dati alle fiamme. Ad accorgersi degli atti vandalici alcuni residenti i quali hanno notato che i vandali hanno dato alle fiamme, i cumuli di carta e cartone, le cui fiamme propagandosi hanno bruciato anche i carrellati adiacenti.

A quel punto hanno allertato la Polizia Municipale ed il Sindaco del Comune di Capaci, Pietro Puccio, che sentito ha dichiarato: -“Purtroppo in questi giorni, per cause non dipendenti dalla volontà della nostra Amministrazione Comunale, la raccolta dei rifiuti ha subìto un forte rallentamento a seguito della chiusura della discarica e dell’impossibilità da parte nostra, per problemi normativi, di accumulare i rifiuti nella nostra area CCR.

Da qualche giorno infatti la raccolta dei rifiuti nel Comune di Capaci è stata interrotta a seguito dell’ordinanza 4667 del 15.06.2022 ad opera della Trapani Servizi SpA recante ad oggetto “Comunicazione Sospensione Attività” A fermare la raccolta dei rifiuti, il provvedimento di interruzione firmato dal presidente della Trapani Servizi Girolamo Spezia e del Direttore Amministrativo Giuseppe Ullo.

Nella nota, la società si vedeva costretta suo malgrado, a causa di mancanza di spazi in uscita, a comunicare l’impossibilità di trattare i rifiuti ERR 20.03.01 e conseguentemente a smaltire i rifiuti di sopravaglio ERR 19.12.12 decadenti invitando i comuni destinatari di tale provvedimento a non inviare automezzi di trasporto rifiuti presso i loro impianti. In attesa della riapertura della discarica, continua il Sindaco Pietro Puccio, che si spera avverrà a giorni, chiedo ai miei concittadini qualche altro giorno di pazienza e la possibilità qualora ne fossero in condizione di tenere a casa i rifiuti differenziati. Arrivare a dare alle fiamme cumuli di rifiuti, non migliora la situazione anzi peggiora sia quella ambientale ed inoltre rallenta il percorso della normale raccolta perché il rifiuto da differenziato diventa rifiuto speciale”.

Aldo Sollami – Capaci Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di piĂą