Ordigno bellico sulla tratta ferroviaria Palermo-Messina

Nicola Scardina
da Nicola Scardina
2 Minuti di lettura

Trovata una bomba nel tratto di ferrovia tra Termini Imerese e Altavilla Milicia

Il blocco del traffico ferroviario dalla tarda mattinata di oggi ha reso necessario il trasporto sostitutivo dei passeggeri con degli autobus

Nella tarda mattinata di oggi, 21 settembre, è stata ritrovata una bomba, presumibilmente risalente al periodo del secondo conflitto mondiale, nel tratto di ferrovia fra i comuni di Termini Imerese e di Altavilla Milicia.

È stato reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la zona circostante, e come sempre accade nel ritrovamento di ordigni, dovrà intervenire una squadra di artificieri per eliminare definitivamente il pericolo, e scongiurare che la bomba possa esplodere, anche inavvertitamente.

Il ritrovamento dell’ordigno bellico, da parte di alcuni operai, impegnati in lavori di manutenzione in un cantiere poco distante dai binari, ha reso necessario il blocco del traffico ferroviario, inizialmente a partire dalle 11.30, e successivamente, in via definitiva intorno alle 14.00.

È stato disposto l’impiego di autobus per il per il trasporto sostitutivo dei passeggeri, in modo da sopperire ai disagi causati dall’imprevisto che ha mandato in tilt la normale circolazione ferroviaria nella tratta Palermo-Messina, molto frequentata da pendolari e studenti, soprattutto negli ultimi giorni con la riapertura delle scuole.

«I treni regionali possono subire cancellazioni, limitazioni di percorso e sostituzioni. Il traffico resta sospeso tra Termini Imerese e Altavilla Milicia» – rende noto una dichiarazione delle Ferrovie.

Nicola Scardina

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.