Violenze e soprusi sulla moglie, arrestato cittadino del Bangladesh

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

I carabinieri hanno arrestato un cittadino del Bangladesh di ventisette anni residente da tempo a Palermo che avrebbe picchiato con un bastone, minacciato di morte e chiuso in casa la moglie impedendole di uscire portando con sé i documenti di riconoscimento, quando usciva di casa per andare a lavorare.

Il provvedimento cautelare in carcere per il cittadino del Bangladesh è stato firmato dal gip del tribunale di Palermo Nicola Aiello. Da quanto ricostruito dagli uomini dell’arma l’uomo avrebbe tentato di strangolare la consorte con le mani più volte. Per la donna una vita d’inferno segnata da continue percosse e sopraffazioni. Il marito più volte le avrebbe urlato “ti faccio a pezzi e ti metto in una busta e ti lascio fuori dalla porta, tanto qui non hai parenti e non viene nessuno a cercarti”.

Spesso picchiandola la costringeva a spogliarsi, la fotografa e la minacciava di pubblicare le foto sui social se non si fosse fatta inviare soldi dai propri familiari. Nel corso dell’ennesima aggressione l’uomo di ritorno dal lavoro l’ha picchiata tirandole i capelli e colpendola al volto e sul corpo. Poi l’ha scaraventata a terra mettendole un piede sulla gola. La donna si è ribellata e ha denunciato facendo scattare le indagini che hanno portato all’arresto.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.