fbpx

Sicilia nel caos ad un passo dalla zona arancione

Sicilia a un passo dalla zona arancione, caos nelle scuole, negli ospedali e un governo allo sbando. Questa sera 92 comuni vanno in arancione, compresi tre capoluoghi di provincia, ma a preoccupare sono soprattutto i dati ospedalieri. Le terapie intensive hanno già raggiunto il 20% di saturazione e già oltre il 30% il riempimento dei ricoveri per covid.

Un caos che ha portato altri 92 Comuni in “zona arancione” da sabato 15 a mercoledi’ 26 gennaio. È quanto prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, per contenere i contagi da Coronavirus nei territori coinvolti. Tra questi tre citta’ capoluogo: Agrigento, Messina e Trapani. Si tratta di nove Comuni della provincia di Agrigento: oltre al capoluogo, anche Raffadali, Santa Margherita di Belice, Siculiana, Favara, Grotte, Santo Stefano Quisquina, Alessandria della Rocca, Porto Empedocle. Cinquantotto nel Messinese: oltre al capoluogo, anche Acquedolci, Ali’ Terme, Capri Leone, Caronia, Castell’Umberto, Castroreale, Cesaro’, Falcone, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Furnari, Gaggi, Giardini Naxos, Gioiosa Marea, Gualtieri Sicamino’, Letojanni, Librizzi, Lipari, Mazzarra’ Sant’Andrea, Meri’, Milazzo, Militello Rosmarino, Monforte San Giorgio, Montalbano Elicona, Naso, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Oliveri, Pace del Mela, Pagliara, Patti, Roccalumera, Roccavaldina, Rodi’ Milici, Rometta, Santa Lucia del Mela, Savoca, San Filippo del Mela, San Fratello, San Teodoro, Sant’Agata di Militello, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Saponara, Scaletta Zanclea, Sinagra, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Torregrotta, Tortorici, Tusa, Venetico e Villafranca Tirrena. Ventiquattro in provincia di Trapani: oltre al capoluogo, anche Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Castelvetrano, Custonaci, Erice, Favignana, Gibellina, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Pantelleria, Partanna, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, San Vito Lo Capo, Santa Ninfa, Valderice e Vita. Uno in provincia di Catania: Misterbianco. Salgono cosi’ a 138 i Comuni siciliani nei quali sono previste misure restrittive.

Redazione – Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più