Quel gemellaggio cominciato da Capaci

Roberta D'Asta
da Roberta D'Asta
2 Minuti di lettura

Un’amicizia nata proprio un anno fa quando si celebrava il trentesimo anno dalla strage di Capaci e contemporaneamente si giocava la semifinale dei Playoff di lega pro tra Palermo (quinta città italiana) e FeralpiSalò (la squadra del piccolo e delizioso comune sulla sponda lombarda del Garda di appena 10.000 abitanti). La squadra lombarda ha uno stadio che non raggiunge i 5000 posti e andrà rimodernato per affrontare la prima storica stagione in serie B dei leoni del Garda.

Così diversi, così lontani eppure così vicini, un feeling scattato immediatamente tra le due società e tra le due tifoserie. Tanto che in molti alla luce dei lavori che dovranno farsi al Turina di Salò hanno invitato la squadra lombarda a disputare le partite in casa a Palermo, certi che nonostante la distanza non mancherebbe da parte dei tifosi rosanero il sostegno per i colori degli amici della Feralpisalò. Tutto cominciò un anno fa ed oggi la cenerentola della prossima serie B lo ricorda con un post sulla propria pagina Facebook.

“Iniziò tutto qui. Qualcosa che però era già scritto.

Siamo stati scrivere la storia, e di forgiare un legame indissolubile.

Saremo rendere onore a questa prima, storica volta in Lega B mantenendo fede ai nostri valori condivisi anche da una città come Palermo, che ci ha accolto un anno fa e supportati tutta la stagione.

Saremo di andare oltre al dualismo sul campo
di credere fortemente nella legalità
di inviare un abbraccio a Palermo F.C., alla Sicilia, all’Italia intera🇮🇹

“

Benvenuti in serie B Leoni del Garda, Palermo e i suoi tifosi vi aspettano a braccia aperte pronti a sostenervi come solo gli amici che scoprono di possedere gli stessi valori sanno fare.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.