Nuovo impianto fotovoltaico a Bellolampo

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Un impianto fotovoltaico per la discarica di Bellolampo che farà risparmiare migliaia di euro alla RAP. Dopo la risoluzione di tutte le problematiche connesse al recente aggiornamento della normativa tecnica in materia di fotovoltaico, il gestore della rete elettrica “e-distribuzione” ha completato la connessione alla rete elettrica dell’impianto fotovoltaico presente alla discarica di Bellolampo, a Palermo, all’insegna della produzione di energia green. A darne comunicazione è l’Amministratore Unico della Rap, Girolamo Caruso. “Stamattina una ditta specializzata ha eseguito anche l’accensione per qualche ora dell’impianto – spiega l’Amministratore -. È perfettamente funzionante e sono state già verificate le tarature fiscali dei contatori di produzione dell’energia e non appena l’Agenzia delle Dogane rilascerà il nulla osta sui certificati (presumibilmente tra una quindicina di giorni), l’impianto andrà definitivamente in esercizio”.

L’impianto fotovoltaico, che determinerà una riduzione notevole sul costo della “bolletta”, fanno sapere dalla Rap, è stato installato sul tetto del TMB (trattamento meccanico biologico), ha una potenza di picco di 984,5 kW e produrrà annualmente circa 1.300 MWh. L’equivalente al consumo medio annuo di circa 400 famiglie. L’impianto è costituito da 3938 moduli fotovoltaici in silicio policristallino da 250 W ciascuno e dal punto di vista tecnico verrà gestito in regime di autoconsumo.

Le eventuali eccedenze di energia saranno cedute al Gestore dei Servizi Energetici (GSE) al prezzo minimo garantito per il 2021, di 0,0399 Ç/kWh. Si stima che l’impianto Fotovoltaico produrrà un ricavo/risparmio nella bolletta di circa 150 mila euro all’anno sia come autoconsumo che come cessione e vendita dell’energia eccedente.

“Un altro passo avanti verso la costituzione del polo impiantistico di Bellolampo è stato compiuto. Le attività, sempre più, saranno indirizzate al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente e all’attuazione di percorsi di sostenibilità ecologica”, sottolineano dalla Rap.

Redazione – Palermo Post

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.