fbpx

Mercato nero degli alimenti da Tunisi.

Un vero e proprio mercato nero degli alimenti, che vengono introdotti nel nostro paese dal nord africa in maniera illegale. La Guardia di finanza di Palermo del 1° Nucleo Operativo Metropolitano  e l’Agenzia delle Dogane, soltanto dall’inizio dell’anno hanno sequestrato oltre 3 tonnellate di alimenti di incerta provenienza potenzialmente dannosi per la salute umana, all’interno del porto di Palermo.

La maggior parte dei controlli doganali sono stati eseguiti sulle merci e prodotti provenienti dal Nord Africa, spesso rinvenuti anche all’interno delle valigie dei passeggeri che viaggiavano sulla Motonave che esegue la tratta da Tunisi a Palermo.

Le importazioni illecite di derrate alimentari, sia di origine vegetale che animale, rappresentano un vero e proprio business che incrementa il mercato nero “parallelo”, per lo più destinato ai negozi etnici presenti sul territorio siciliano. Soltanto la scorsa estate la merce complessivamente sequestrata ai passeggeri in ingresso nel territorio dell’unione europa dal porto di Palermo ha superato la tonnellata. Dall’inizio dell’anno sono state sequestrate oltre 3 tonnellate di alimenti esportati illegalmente dal nord africa.

Il giro d’affari dell’importazione illegale di alimenti non pregiudica solamente l’economia e il made in Italy, ma va contrastata soprattutto per garantire la sicurezza dei prodotti che finiscono nelle nostre tavole e la conseguente salute dei consumatori.

Redazione – Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più