L’inferno attorno a Cinisi. Cancellati tutti i voli fino alle 11

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Tutto attorno all’aeroporto, lungo la statale 113 da Cinisi a Villagrazia di Carini, sopra l’autostrada Palermo Mazara del Vallo è stata una notte d’inferno, molti abitanti del luogo hanno dovuto lasciare le case, gravemente minacciate dalle fiamme. Con il sistema antincendio regionale andato completamente in tilt, Dalle Madonie fino ad Alcamo brucia tutta la provincia di Palermo.

Favorite dal caldo record e dal vento oltre i 25km/h le fiamme hanno circondato i comuni di Carini (Villagrazia), Cinisi, Terrasini, Partinico fino ad Alcamo. Lungo l’autostrada si chiudono svincoli e si invita la popolazione a non mettersi in marcia se non necessario. Inutile anche tentare di raggiungere l’aeroporto Falcone Borsellino. La Gesap con un messaggio sui social media ha comunicato che tutti i voli da Palermo e per Palermo fino alle 11 del mattino saranno cancellati,

”Emergenza incendi, aeroporto di Palermo chiuso fino al 11.
I voli programmati subiranno cancellazioni e ritardi. A breve vi aggiorneremo sullo stato dei voli
Per ragioni di sicurezza si consiglia di non raggiungere l’aeroporto. Su indicazioni della Polaria, al momento i passeggeri non accederanno nelle sale imbarchi. Chiusi molti svincoli dell’autostrada Palermo- Mazara del Vallo”.

Un inferno per il Territorio di Cinisi, qualcosa che non si era mai vista, nel frattempo la lunga notte volge al termine e con l’albeggiare si aspetta il dolce rumore dei Canadair e degli elicotteri unica ancora di salvezza per le case di migliaia di abitanti.

Cancellati al momento i seguenti voli:

Ec3512 PMO/MXP (Palermo Malpensa) delle 7
V71826 PMO/LYS (Palermo Lione) delle 6 – V71827 LYS-PMO (Lione Palermo) delle 10.35 – V71519 TLS-PMO (Tolosa Palermo) delle 8.10 – V71518 PMO-TLS (Palermo Tolosa) dele 8.45.

FR4932 PMO-BVA, FR8972 PMO-BDS, FR3947 PMO-FCO, FR1044 PMO-CUF, FR4914 PMO-VRN

Le fiamme intanto minacciano numerose abitazioni attorno al centro abitato di Trappeto.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.