In un magazzino di Brancaccio si smontavano moto e auto rubate

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Gli agenti della Polizia di stato del commissariato Brancaccio a Palermo, dopo accurate indagini, hanno sequestrato un magazzino diroccato che sembrava abbandonato, ma che veniva regolarmente utilizzato per smontare moto e auto rubate. L’immobile sequestrato in pessimo stato è situato in via Macello a Palermo.

Il magazzino in cui si smontavano moto e auto rubate è stato dichiarato inagibile al termine di un sopralluogo effettuato dai vigili del fuoco dopo la segnalazione della Polizia di Stato. Dentro sono state trovate due auto rubate dalle quali erano stati smontati i motori, vari pezzi di ricambio e diversi telai, integri o fatti a pezzi, di altrettante macchine con ogni probabilità rubate anche esse. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Scientifica che hanno eseguito una serie di accertamenti, grazie ai quali si è potuto risalire a un uomo di sessanta anni che è stato denunciato.

Per sgomberare l’area è stato richiesto il contributo del Comune di Palermo attraverso alcune squadre di operai in servizio presso le società partecipate (Reset e RAP). Le due auto rubate e senza motore, una Ford Fiesta e una Seat Ibiza, saranno restituite ai proprietari che ne avevano denunciato il furto risalente al  marzo dello scorso anno. Per i pezzi di ricambio non si potrà risalire ai legittimi proprietari.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.