fbpx

Governatore Musumeci non si dimette, ma azzera la giunta.

Il governatore ha parlato del voto di questo pomeriggio per i grandi elettori del Capo dello Stato. “È accaduto che al presidente della Regione sono mancati 7-8 voti circa, sono stato eletto lo stesso ma il dato e’ politico.

Perché mancano nella maggioranza questi voti col voto segreto? Perche’ alcuni deputati hanno pensato di compiere nei miei confronti, come si dice nel linguaggio giudiziario, un atto d’intimidazione, si tratta di una sorta di resa dei conti dal loro punto di vista”. Musumeci dunque ha aggiunto: “Sono deputati che mi hanno fatto richieste irricevibili e ho dovuto dire di no o di di deputati che per una questione di igiene non ho voluto avere rapporti in questi anni”.

“Possono pensare che questi 7 scappati di casa che un presidente che non è stato condizionato dalla mafia può essere condizionato da loro? – ha proseguito – Possono mai pensare di esercitare su questo governo qualunque tipo di richiesta trasversale mandando messaggi che appartengono al peggiore dei linguaggi della comunicazione? Sciagurati.

Ho provato tanta amarezza. Sono convinto che bisogna abbandonarli per strada questi disertori, ricattatori che operano con la complicita’ del voto segreto. Io ho le mani libere. Restiamo a lavorare e restiamo a lavorare proprio perché non voglio sopravvivere nel palazzo ma perché ho un rapporto con la gente”.

“Abbiamo bisogno di ristabilire un rapporto tra la giunta e i deputati della coalizione”. Conclude il Governatore – “Ecco perchè come primo atto azzero la giunta”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci in un video pubblicato sui suoi canali social”.

Redazione – Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più