fbpx

Fermati dalla polizia avevano 1 kg di cocaina in macchina

Durante un normale controllo la polizia scopre 1kg di cocaina in una scatola di scarpe. É successo a Palermo in via dell’Orsa Minore tra la via Oreto e il quartiere di Borgo Ulivia nella periferia Nord Orientale della Città di Palermo. Gli agenti della polizia di stato avevano fermato una Volkswagen Golf con tre uomini a bordo. Insospettiti dal comportamento dei tre hanno deciso di effettuare una perquisizione all’interno del mezzo.

Durante l’accertamento é stata rinvenuta una scatola di scarpe con all’interno della cocaina, che una volta sequestrata e pesata ammontava ad un chilo e cento grammi, che una volta immessi su una piazza di spaccio avrebbero fruttato una cifra vicina ai novantamila euro. Le indagini dovranno accertare la provenienza della sostanza stupefacente e a quale mercato era destinato l’ingente quantitativo sequestrato, se per la Città di Palermo o per una delle zone della provincia.

Dopo il ritrovamento del grosso quantitativo di droga gli agenti della squadra mobile della polizia di stato di Palermo hanno eseguito tre arresti S.D., 29 anni palermitano, M.A., 30 anni di Termini Imerese, e F.M. 50 anni di Trabia. L’arresto é stato confermato dal giudice delle istruttorie preliminari. Gli imputati dovranno rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti, sempre che nel corso dell’approfondimento delle indagini non si aggiunga anche lo spaccio delle stesse.

Redazione – Palermo Post

3 Commenti
  1. […] investigatori della Polizia di Stato li hanno pedinati a distanza e li hanno visti aprire un cancelletto per poi salire su un balcone […]

  2. […] in un vano posto sul tetto, tre panetti sottovuoto contenenti complessivamente circa 3,5 kg di cocaina pronta per essere venduta. Lo stupefacente, una volta immesso sul mercato locale, avrebbe fruttato, […]

  3. […] posto, scattato l’allarme dopo una chiamata al 113, sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato. Che hanno sedato la lite e portato i primi soccorsi, la vittima dell’accoltellamento è […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più