Chiuso locale notturno alla Vucciria

Redazione
da Redazione
3 Minuti di lettura

I Carabinieri della Stazione Palermo Centro e la Polizia Municipale, nell’ambito di un controllo congiunto nei luoghi della movida, hanno sanzionato e disposto la chiusura di un locale in via dei Maccheronai, nel quartiere Vucciria.

All’accesso, era in corso un evento musicale con emissioni sonore e diffusione amplificata a porte aperte, oltre l’orario consentito, con la presenza di numerosi avventori.

Dagli accertamenti effettuati, sono emerse gravi violazioni igienico-sanitarie, come la rilevazione di numerosi escrementi di topi nell’area di somministrazione di cibi e bevande e nel deposito alimenti. Varie provviste, destinate alla somministrazione e alla vendita, erano in cattivo stato di conservazione, prive di indicazioni sulla tracciabilità e, pertanto, potenzialmente nocive. Inoltre, gli alimenti, i rifiuti organici e i rifiuti ingombranti non erano separati in maniera adeguata ad impedire il rischio di contaminazione, e un cospicuo quantitativo di derrate alimentari, ormai marce, erano state divorate dai topi.

Attese le gravi violazioni penali rilevate, i locali dell’attività sono stati sottoposti a sequestro preventivo, mentre le attrezzature e le derrate alimentari sono state poste in sequestro probatorio, con l’immediata chiusura dell’attività e l’apposizione di sigilli.

I titolari dell’attività sono stati denunciati per la detenzione di derrate alimentari in evidente cattivo stato di conservazione, e in ambienti con gravi carenze igienico sanitarie, commercio di sostanze alimentari nocive, frode nell’esercizio del commercio, e vendita di sostanze alimentari non genuine.

Le sanzioni applicate ammontano a 2.000 € per le gravi ed evidenti carenze igienico-sanitarie strutturali, e 2.000 € per la mancata applicazione delle procedure del prescritto Piano di autocontrollo HACCP per la sicurezza alimentare.

È scattato il sequestro amministrativo cautelare, con apposizione di sigilli, per 6 apparecchiature elettrostatiche musicali, diffusori audio, consolle e mixer, utilizzati per la diffusione musicale a porte aperte oltre l’orario consentito, con la sanzione di 50 €, più altri 50 € per l’assenza della prescritta relazione fonometrica.

L’attività illecita è stata immediatamente interrotta, con chiusura dei locali e apposizione dei sigilli.

Il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Palermo, dopo la convalida, ha emesso decreto di sequestro preventivo.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.