Aveva avvelenato il marito nel 2019. Emesso oggi ordine di Custodia

Oggi 14 aprile 2021 è stata emessa dai Carabinieri della Sezione operativa della Compagnia Di Termini Imerese l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Loredana Graziano. L’accusa per la 35enne è quella di omicidio premeditato, la donna infatti è accusata di avere avvelenato il marito.

La vicenda è legata ai fatti che si sono svolti nel primo trimestre 2019, quando il pizzaiolo Sebastiano Rosella Musico muore all’età di 40 anni. Inizialmente la causa della morte era stata ipotizzata in un infarto improvviso che, vista la giovane età non avrebbe lasciato scampo all’uomo. Successivamente alle dichiarazioni dell’ex amante della Graziano, l’episodio inizia a presentare le tinte di un noir degno del grande maestro Andrea Camilleri.

Così le autorità hanno ritenuto opportuno iniziare le indagini per approfondire le circostanze che hanno portato alla scomparsa del pizzaiolo di Termini Imerese. Dopo la riesumazione del cadavere e successivamente alle attività condotte dai militari e dai consulenti medico legali della Procura di Termini Imerese hanno portato alla macabra scoperta della verità giudiziaria.

Infatti, secondo il gip la donna, che oggi ha 35 anni, spinta da “un senso di forte insofferenza rispetto alla propria vita coniugale” e convinta di poter così ricominciare una nuova vita a fianco del suo amante, avrebbe somministrato all’inconsapevole consorte dapprima un farmaco anticoagulante con potenziali reazioni tossiche in caso di sovradosaggio e, in seguito, precisamente il 22 gennaio 2019, gli avrebbe inferto il colpo finale, dandogli la dose di cianuro che ha provocato l’arresto cardiorespiratorio. Dunque, la scoperta della somministrazione del potente veleno è stata accertata successivamente all’autopsia, resasi necessaria visti i retroscena della macabra vicenda. Per stabilire che la donna aveva avvelenato il marito.

Redazione – Palermo Post

1 Comment
  1. […] svelare il retroscena sulla morte di Salvatore Rosella Musico é stato l’amante dell’indagata che ha raccontato agli investigatori la responsabilità […]

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More