Cefalù e Campofelice: Notte di Controlli Stradali. Maxi-Multe e Denunce per Guida in Stato di Ebbrezza

Redazione Post
da Redazione Post
2 Minuti di lettura

A Cefalù e Campofelice una notte di Controlli Stradali. Maxi-Multe e Denunce per Guida in Stato di Ebbrezza

Nella notte tra il 4 e il 5 luglio, i Carabinieri della Compagnia di Cefalù hanno intensificato i controlli stradali nella zona della movida tra Cefalù e Campofelice di Roccella, con un focus particolare sulla guida in stato di ebbrezza e sull’uso di sostanze stupefacenti.

Il bilancio dell’operazione è di quattro automobilisti denunciati per guida in stato di ebbrezza. Tra questi, un giovane palermitano di 21 anni è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale, avendo inizialmente rifiutato di sottoporsi all’alcoltest e tentato la fuga. Il suo veicolo, come gli altri, è stato sequestrato. Tutti e quattro i conducenti rischiano ora sanzioni salate, che possono variare da 800 a 6.000 euro, oltre alla sospensione della patente da 2 a 6 mesi.

L’operazione ha visto l’impiego del cane antidroga Nadia, che ha permesso di effettuare numerosi controlli mirati anche sull’uso di stupefacenti. Un uomo di 35 anni, originario del Gambia, è stato denunciato per detenzione di droga ai fini di spaccio. Fermato alla guida della sua auto, è stato trovato in possesso di oltre 10 dosi di crack e hashish, già confezionate e pronte per la vendita al dettaglio.

Questi controlli rappresentano un’importante azione di prevenzione e contrasto alla guida in stato di alterazione, un fenomeno che mette a rischio la sicurezza stradale e la vita stessa degli automobilisti e degli altri utenti della strada.L’attività dei Carabinieri continuerà nelle prossime settimane, con l’obiettivo di garantire una maggiore sicurezza sulle strade della zona.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.