Carini. In manette un giovane Pusher

Redazione
da Redazione
3 Minuti di lettura

I Carabinieri della Compagnia di Carini hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato al contrasto delle illegalità diffuse, con particolare attenzione alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

In tale prospettiva, i militari della Stazione di Terrasini, con il supporto del personale della Compagnia d’Intervento Operativo del 12° Reggimento Carabinieri “Sicilia”, hanno arrestato in flagranza un 20enne, residente a Terrasini, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile di detenzione e spaccio di droga.

Nei fatti, la presenza del giovane pusher, di notte, nei pressi di Piazza Duomo, ha destato i sospetti dei militari che hanno perquisito il ragazzo che trovandolo in possesso di quasi 30 dosi di cocaina nascoste all’interno di due sigarette elettroniche.

La droga è stata sequestrata e trasmessa presso il Laboratorio di Analisi delle Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Palermo per le verifiche di rito.

L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Palermo.

I controlli dei Carabinieri hanno inoltre riguardato il rispetto delle regole di circolazione stradale e il contrasto alle condotte irresponsabili alla guida che mettono a repentaglio la sicurezza degli utenti della strada.

Bilancio dell’attività sono state quattro denunce in stato di libertà che nell’ambito di circostanze diverse hanno riguardato, rispettivamente, una 51enne, residente a Carini, accusata di lesioni personali stradali gravi, che mentre era alla guida della propria autovettura senza copertura assicurativa ha investito un uomo, di 53anni, lungo la S.S. 113, trasportato in codice rosso presso l’Ospedale “Villa Sofia” di Palermo con prognosi di 30 giorni. Un 47enne, carinese, denunciato per violazione dei sigilli, in quanto fermato dai Carabinieri alla guida della propria vettura, sequestrata amministrativamente. Porto d’armi o di oggetti atti ad offendere è il reato contestato invece ad un 50enne, residente a Cinisi, che a bordo della propria auto è stato trovato in possesso di una mazza da baseball e di un bastone con punta acuminata e, infine, la denuncia è scattata anche per un palermitano di 21anni, residente a Carini, recidivo per guida senza patente.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.