Carceri: al Minorile Palermo cella in fiamme. “Prosecco era poco”

Redazione
da Redazione
1 Minuti di lettura

Una notte turbolenta si è verificata nel carcere minorile Malaspina di Palermo, con detenuti protagonisti di una protesta considerata estremamente pericolosa.

La protesta ha causato il rogo di una cella, motivato dalla percezione di un insufficiente rifornimento di prosecco fornito dall’amministrazione per i festeggiamenti di Capodanno a un gruppo di detenuti. Questo gesto ha portato a danni significativi e al fuoco nella cella, mentre due agenti penitenziari sono stati costretti a ricorrere alle cure ospedaliere a causa dell’intossicazione da fumo.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.