Ballarò. Sequestrate rare tartarughe al mercato illegale

Redazione Post
da Redazione Post
2 Minuti di lettura

Ballarò: sequestrate rare tartarughe al mercato illegale di fauna selvatica.

Palermo, 8 luglio 2024 .Un’operazione congiunta dei carabinieri forestali e dei volontari del Gruppo Adorno ha portato al sequestro di quattro esemplari di Emys trinacris.

Una rara tartaruga endemica della Sicilia, nel mercato illegale di Ballarò.

Questa specie, un tempo comune nei corsi d’acqua siciliani, è ora minacciata dalla distruzione degli habitat naturali e dalla siccità.

Oltre alle tartarughe, sono stati sequestrati numerosi cardellini, anch’essi protetti dalla legge, e denunciati i venditori coinvolti.

Si tratta del terzo intervento nel mercato di Ballarò da novembre 2023, a dimostrazione di un’allarmante recidività nonostante le sanzioni penali e il ritiro del reddito di cittadinanza per alcuni bracconieri.

Il Gruppo Adorno sottolinea l’unicità di questo mercato illegale a livello europeo, dove animali protetti, pesce sotto misura e privo di tracciabilità vengono venduti alla luce del sole. Un triste parallelismo con i mercati illegali dell’Estremo Oriente, come quello di Bangkok.

L’associazione ringrazia i carabinieri forestali per il loro impegno costante e continuerà a monitorare la situazione, con la speranza che questa sacca di illegalità, seppur ridimensionata, possa essere definitivamente eliminata.

L’operazione odierna riaccende i riflettori sulla necessità di tutelare la biodiversità siciliana e contrastare il commercio illegale di fauna selvatica.

Un fenomeno che danneggia l’ecosistema e alimenta un mercato crudele e senza scrupoli.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.