Un’antica anfora ritrovata nei fondali di Mondello

Maria Antonietta Merlino
da Maria Antonietta Merlino
1 Minuti di lettura

Nelle acque di Mondello, a Palermo, è stata rinvenuta un’importante anfora, grazie all’intervento dei sommozzatori della polizia di Stato, sollecitati dalla Soprintendenza del Mare.

L’oggetto è stato individuato a una profondità di 10 metri. Questo reperto si inserisce tra le molteplici attività del nucleo, che oltre alla ricerca e al recupero di persone, comprendono operazioni di bonifica antisabotaggio, ricerche di armi ed esplosivi e, non da ultimo, anche scavi archeologici e indagini della Polizia Scientifica in ambienti acquatici come mari, fiumi e laghi.

Nei prossimi giorni, il reperto sarà sottoposto ad analisi da parte del personale della Soprintendenza del Mare per verificarne l’autenticità in maniera definitiva.

Condividi Articolo
22 anni, studio Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università di Palermo. Per Palermo Post scrivo di cultura e lifestyle
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.