Siamo rimasti incastrati da Ficarra e Picone

Redazione
da Redazione
2 Minuti di lettura

Sta riscuotendo un grande successo la  serie televisiva “Incastrati” dei comici Ficarra e Picone che sono al debutto come registi oltre che autori e attori della commedia in onda su Netflix. La serie di sei episodinarra le vicende di due tecnici della tv che si ritrovano sfortunatamente sulla scena di un delitto e tentano in vari modi, esilaranti, di non essere incolpati del crimine.

A fare da vetrina delle riprese della serie è stata proprio la terra di origine dei due attori comici, la Sicilia, si passa inseguimenti per le strade di Palermo alla campagna siciliana.

Per diverse settimane la serie tv è stata al primo posto nella classifica Netfilx deelle più viste, oggi rimane ancora nella top ten ed occupa il 10 posto nella classifica totale e il settimo posto nella classifica serie tv.

La serie è sbarcata sulla piattaforma su Netflix, il primo gennaio 2022,  nel cast, oltre a Salvo Ficarra (Salvo) e Valentino Picone (Valentino) ci sono Marianna di Martino (Agata Scalia), Anna Favella (Ester), Tony Sperandeo (Tonino Macaluso, detto “Cosa Inutile”), Mary Cipolla (Signora Antonietta), Domenico Centamore (Don Lorenzo, detto “Primo Sale”) e Sergio Friscia (Sergione).

Nel cast anche Leo Gullotta che interpreta nella serie il procuratore Nicolosi, un magistrato tutto d’un pezzo, che ha speso tutta la propria vita al servizio dello Stato lottando instancabilmente nella ricerca del Mafioso Maurizio Marchetti (Portiere Martorana).

Questa è una serie sobria che non cade mai nel volgare ed è da notare come non compaiono parolaccie ed è per questo che può essere vista da tutta la famiglia ancher in presenza dei bambini, va riconosciuta l’ abilità di incastrare in questa serie sia lo Humor che il crime,  di fatti la trama è ben strutturata e pensata che in alcuni momenti restituisce allo spettatore quella sensazione adrenalinica propria dei film gialli.

Il successo di questa serie tv portera al sequel, non ci resta che attenderlo.

Raffaele Longo – PalermoPost

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.