Obbligo di dimora per Gianfranco Micciché

Redazione
da Redazione
1 Minuti di lettura

Su richiesta della Procura della Repubblica di Palermo, il G.I.P. del Tribunale del capoluogo, ha emesso un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di Miccichè Giovanni ( detto Gianfranco), ex Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana e deputato regionale, destinatario del provvedimento di divieto di dimora nel comune di Cefalù, nonché nei confronti di Messina Maurizio, assistente parlamentare con funzioni di autista del Miccichè, destinatario del provvedimento di obbligo di dimora nei comuni di Palermo e Monreale.

Con la medesima ordinanza, eseguita in data odierna dai militari del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Palermo, è stato disposto anche il sequestro preventivo di disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 24.000 euro, quale profitto dei reati di peculato, truffa aggravata ai danni dell’Assemblea Regionale Siciliana e false attestazioni sulla presenza in servizio del dipendente pubblico, a vario titolo contestati. Il provvedimento è stato emesso sulla scorta degli elementi probatori acquisiti in fase di indagine preliminare, pertanto, in attesa di giudizio definitivo, sussiste la presunzione di innocenza.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.