Capaci. Parte la campagna elettorale

Aldo Sollami
da Aldo Sollami
2 Minuti di lettura

A poco meno di un anno dalle prossime elezioni amministrative a Capaci, la campagna elettorale pare stie entrando nel vivo.
La fine del mandato dell’attuale amministrazione è previsto per giugno 2023 e chi pensava che ancora mancava qualche altro giorno per il via alla campagna elettorale è stato smentito.
Ancora non c’è stato il tempo di riporre l’ombrellone che già entra nel vivo la campagna elettorale a Capaci.
Risulta verosimile pensare che il gruppo Direzione Capaci vedrà candidato il Sindaco uscente Pietro Puccio, anche se ancora non ci sono conferme ufficiali, che sfiderà un probabile candidato dall’opposizione.
Ancora c’è il massimo riserbo sul nome da contrapporre all’uscente Pietro Puccio, ma già da qualche tempo qualcosa in paese si muove.
Dall’opposizione il suo massimo esponente, il dott. Erasmo Vassallo, candidato Sindaco alle scorse amministrative e battuto proprio dal Sindaco Puccio, fa sapere che attraverso la sua pagina Facebook, renderà pubblici tutti, a detta sua, i fallimenti dell’amministrazione guidata dal sindaco Pietro Puccio.
Scrive testualmente, il Consigliere Comunale ed ex candidato Sindaco, a capo dell’opposizione:
– A partire da oggi metterò in evidenza i ripetuti fallimenti accumulati nell’arco di questi anni di una amministrazione che è stata brava solo a creare illusioni, a partire da quello che vedete in foto: quasi 50 mila euro letteralmente “buttati a mare” per una fantomatica riqualificazione di un mercato del pesce mai esistito a Capaci.
Non è la più importante ma sicuramente la più appariscente, la più evidente dimostrazione del connubio tra sperpero di denaro pubblico e totale assenza di progettualità da parte di una amministrazione capace solo di gettare fumo negli occhi- così chiosa il consigliere comunale.
In attesa che la campagna elettorale entri realmente nel vivo questi i primi botti sotto l’ombrellone. Se questi sono i presupposti è proprio il caso di dire che ne “leggeremo” delle belle.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.