Primo Maggio. Il PD Siciliano si mobilita sul web

Con la partecipazione del segretario nazionale Enrico Letta, sabato primo maggio a partire dalle 17 – in diretta sulla pagina Facebook del PdSicilia – è in programma l’evento “PRI.MA. la festa delle lavoratrici e dei lavoratori”. 

Un evento dalla grande valenza simbolica. Nel giorno in cui – dice Anthony Barbagallo, segretario regionale del PD Sicilia – si ricorda la strage di Portella della ginestra, il luogo in cui nel 1947 la banda di Salvatore Giuliano sparò sulla folla inerme di contadini giunti per celebrare la festa del lavoratori, il Partito Democratico ha scelto di organizzare un evento che parte dalla Sicilia, la Regione col tasso di povertà tra i più alti d’Europa. Per mostrare attenzione alla nostra Isola e far ripartire l’economia, fiaccata ancora di più dalla emergenza pandemica. L’attenzione – conclude – da parte del Partito Democratico nei confronti della Sicilia è massima e lo dimostra la presenza del segretario Enrico Letta, che ringrazio”. 

La giornata si sviluppa su due tavoli tematici che prenderanno il via dopo l’avvio dei lavori (alle 17) da parte di Anthony Barbagallo ed Elisa Carbone, dei Giovani Democratici della Sicilia: alle 17:30 si discute su “Sviluppo e Lavoro, come non perdere l’occasione?” con Dalila Nesci, Elena Militello e Brando Benifei, e moderato da Sara Scarafia di Repubblica. A seguire, alle 18:15, il tavolo, su “Giovani e Cultura, da dove partire per il riscatto?” con Chiara Gribaudo, Antonio Perdichizzi e Letizia Casuccio, moderato dalla giornalista di Repubblica, Eugenia Nicolosi.

Infine, alle 19, Floriana Bulfon, giornalista del gruppo Repubblica-L’Espresso, intervista Enrico Letta. 

PRI.MA. PRIMO MAGGIO

Un evento aperto a tutte e tutti, perché primo maggio non può essere soltanto la festa di chi lavora – sottolinea Valerio Bordonaro, organizzatore e promotore – Troppe persone oggi non sono nelle condizioni di trovare un’occupazione dignitosa, soprattutto tra i giovani e le donne del sud. È importante – continua – che ci si impegni a rendere il lavoro sostenibile e inclusivo, celebrando allo stesso tempo coloro che sono attivi per una società migliore a prescindere dalla 

PRI.MA., – una crasi tra “primo” e “maggio” – è il nome che scelto per una giornata di riflessione in occasione della celebrazione della festa delle lavoratrici e dei lavoratori.

L’intenzione è quella di evocare anche un senso di urgenza e di opportunità nell’azione in relazione ad alcuni temi come il Sud, i diritti, il lavoro, i giovani e le donne: uno sguardo al futuro possibile – attraverso PRI.MA. – che vuole anche mantenere vivo il contatto con la storia di tutte e tutti celebrando il 74° anniversario della Strage di Portella della Ginestra, la chiave di volta che fu lo scontro tra l’emancipazione del lavoro e l’oppressione malavitosa e padronale.

redazione – palermopost

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More