TeLiMar ai playoff scudetto con un turno di anticipo

Redazione
da Redazione
7 Minuti di lettura

È una vittoria di squadra, quella che regala al TeLiMar i playoff scudetto e il quarto posto con un turno di anticipo nella regular season di A1. All’Olimpica di Palermo, i padroni di casa chiudono 15-8 contro la Distretti Ecologici Nuoto Roma. Un match tosto, come da previsioni, contro un team completo in ogni reparto. Ritmi forsennati, con le due compagini che giocano a specchio: una forte fase difensiva e rapide ripartenze. Inizia con lucidità il Club dell’Addaura, che prova fin da subito a mettere a distanza gli avversari. Gli uomini del Presidente Giliberti vengono fuori alla distanza, con un terzo tempo devastante, in cui Jurisic, tra i migliori in vasca, para un rigore a Lucci. Niente relax neanche in avvio dell’ultimo quarto, con i capitolini che continuano a dar fastidio quasi fino alla sirena. La vittoria di oggi consegna al TeLiMar i playoff Scudetto. Le semifinali, a partire dal 3 maggio, saranno contro la capolista Pro Recco, mentre l’Ortigia Siracusa dovrà vedersela con l’AN Brescia. Prima, però, la ventiseiesima giornata, che vedrà sabato prossimo i palermitani in trasferta contro la Rari Nantes Savona, impegnata in queste ore nell’andata della finale di LEN Euro Cup.

LA CRONACA
Del Basso su ribattuta dopo un tiro di Hooper sblocca subito il risultato. Dopo un brivido sul tentativo di Faraglia finito di poco alla sinistra di Jurisic, è Giorgetti a raddoppiare su uomo in più. Accorciano i capitolini con Lucci da posizione 4 in superiorità. Il TeLiMar ruba palla ai neroverdi e in controfuga con Lo Dico prova ad allungare, ma il primo periodo si chiude sul 3-2 per il rigore trasformato da Faraglia.
Un break di 3 a 0 vede il Club dell’Addaura allungare sul 6-2 grazie alle reti di Giorgetti su ripartenza, Di Patti e Hooper, entrambi in superiorità. Reagisce la Distretti Ecologici con Spione e Lucci, entrambi in extra player, per arrivare a metà gara sul 6-4.
Prosegue il momento buono degli uomini guidati da Maurizio Mirarchi, che si portano sotto con Faraglia. Risponde Hooper in superiorità. La grinta del TeLiMar si vede nella reazione di Jurisic, che para un tiro dai cinque metri a Lucci. Poi i padroni di casa allungano sull’8-5 con Hooper su uomo in più. Coast to coast di Vitale in extra player per il 9-5, quando sono appena passati 3’ dall’inizio della terza frazione. Baldineti si gioca bene il primo time out su uomo in più: dopo un rapido giro palla Giorgetti serve al centro Lo Dico che, smarcato, non sbaglia e porta in doppia cifra i palermitani. Ancora Hooper a fare infiammare i cento autorizzati sugli spalti con una doppietta, il secondo gol in superiorità, per il 12-5 su cui si va agli ultimi 8’ del match.
Viskovic in più e beduina di Mirarchi per il 12-7 in avvio dell’ultimo quarto. Ribatte Vitale da posizione defilata e poi Hooper fa la sua sesta magia, tirando al volo su assist di Giliberti per il 14-7. Ritmi forsennati nonostante il risultato sia ormai acquisito, con la Distretti che in più si porta sul 14-8 con Mirarchi. Il colpo da maestro di Giorgetti dalla distanza fissa il match sul 15-8.

«Abbiamo giocato molto bene la fase difensiva – spiega il centrovasca Johnny Hooper, autore di 6 reti – in un match che fin da subito ha mostrato ritmi serrati. In avvio, a volte le partite possono prendere pieghe inaspettate, ma col passare dei minuti, oggi, il nostro attacco ha giocato molto bene, così come la difesa, perché abbiamo tutti giocato da squadra. Ogni settimana abbiamo fatto progressi e la nostra stagione è decollata nel momento giusto. La prossima settimana saremo a Savona, ma inizieremo già a preparare i play-off. È esaltante e sono davvero orgoglioso di poter dire di essere tra le prime quattro squadre in un Campionato competitivo come quello italiano».

In questo quarto posto «nessuno ci avrebbe scommesso», commenta a caldo l’allenatore Gu Baldineti, che, però, ci tiene a sottolineare che «non abbiamo fatto un’impresa. Abbiamo giocato come una squadra, siamo stati capaci di unirci e tutti, nessuno escluso, hanno dato il cento per cento. Vorrei ringraziare la società, col Presidente e la Vicepresidente in testa, per tutti i sacrifici e gli sforzi che continuano a fare. Ribadisco, non è un’impresa, perché prenderei meriti che secondo me non ho. Sono i ragazzi ad essere davvero bravi. Sono una squadra che gioca ordinata, che gioca bene. All’inizio, è chiaro, c’erano tante individualità da mescolare. I complimenti vanno ad ognuno di loro, per questo grandissimo campionato che hanno giocato. Ma non siamo ancora appagati. Col Recco è missione impossibile, ma almeno questa volta giocheremo contro di loro al gran completo e proveremo a metterli in difficoltà. Poi, affronteremo una tra Ortigia e Brescia per il terzo posto. Saranno altre belle partite».

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Vittoria netta conquistata con una prestazione eccellente dell’intera squadra contro una Distretti Ecologici coriacea, che siamo riusciti però a dominare. Siamo ormai matematicamente ai play-off Scudetto, fra le prime quattro squadre più forti d’Italia. Risultato straordinario, consolidato fra mille difficoltà correlate alla discontinuità di apertura della nostra amata piscina Olimpica comunale e alla permanente inagibilità delle tribune, che ci ha costretto a giocare per l’intera stagione a porte chiuse. Spero che questi nostri risultati ci possano in prospettiva gratificare con un impianto in grado di garantire la nostra attività, con un adeguato sostegno finanziario da parte di Comune e Regione e con un Main Sponsor in grado di abbracciare il nostro programma sportivo di vertice, fiore all’occhiello della città di Palermo e dell’intera Sicilia».

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.