Orihuela e Vido due meteore di lusso che meritano una chances

Simone Di Trapani
da Simone Di Trapani
3 Minuti di lettura

Renzo Orihuela, qualche mese fa era considerato una giovane rivelazione in Uruguay, in procinto di entrare nell’orbita della nazionale celeste. Di proprietà del Montevideo City Torque, società del CFG, di cui lo stesso Palermo fa parte, viene dirottato in Sicilia per fare esperienza in Europa, perché di lui si dice un gran bene. Il giovane calciatore accetta con entusiasmo la nuova destinazione e dopo qualche settimana di ambientamento tocca per la prima volta l’erba di uno stadio italiano nel finale di Ascoli Palermo, ben figurando. Da quella ultima vittoria in trasferta per il centrale uruguaiano soltanto panchina.

Luca Vido è un ventiseienne scuola Atalanta, squadra con cui è cresciuto facendo anche tutta la trafila delle nazionali giovanili dal l’under 15 al l’under 21. Preso dal Palermo nel mercato estivo è stato utilizzato da Eugenio Corini sempre in scampoli di tempo nei finali partita, per lo più quando c’era da recuperare una situazione già compromessa e la tattica diventa: buttiamola in area avversaria e preghiamo. Non ha mai avuto l’occasione di giocare un tempo intero, men che meno una partita. Eppure nelle ultime stagioni a Pisa, Cremona e Ferrara aveva sempre ben figurato, andando in goal 9 volte nella stagione 2020-21 e 6 volte in quella 2021-22.

Viene normale chiedersi se questi giocatori abbiano subito un’involuzione così drammatica rispetto al loro recentissimo passato da non essere considerati neanche come prime riserve. A cui vengono preferiti calciatori come Bettella (mai raggiunto prestazioni sufficienti) Mateju (disastroso quando faceva il terzino sinistro, mediocre da quando si è spostato a destra) o Tutino (che da quando è arrivato si è fatto notare soltanto per uno dei rigori peggio calciati al Barbera).

Corini non ci piace, non l’abbiamo mai nascosto e non le mandiamo a dire, il suo calcio è indigeribile per chi vivrebbe h24 a zemanlandia, ma al di là dell’approccio tattico, non capiamo neanche la gestione di alcuni calciatori il cui utilizzo sarebbe più che auspicabile a questo punto della stagione.

Mai come in questo caso vorremmo essere smentiti dai fatti già dalla sfida di venerdì con il Modena.

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.