Maserati MC20 Cabrio: le prime immagini

Silvia Giorgi
da Silvia Giorgi
4 Minuti di lettura

Ha i colori del cielo, il camouflage del primo modello della versione cabrio della Maserati MC20. Nonostante il Tridente avesse detto che la presentazione ufficiale della nuova decappottabile non avverrà prima dell’estate 2022, un prototipo camuffato è stato visto sfrecciare per le strade di Modena proprio oggi. A prima vista, il nuovo modello sembra racchiudere la consueta potenza e l’eccezionale eleganza del marchio italiano aggiungendo, però, la freschezza e la novità di un’auto sportiva che fa l’occhiolino alla brezza estiva.

Tettuccio: rigido o di tela?

La leggerezza del nuovo modello Maserati è già intuibile dai colori scelti per il suo camouflage. Si tratta di una fantasia azzurro cielo e bianco che richiama il cielo e le nuvole, evidenziando la decisione di creare un modello decappottabile. Da quello che si vede, i lineamenti ripresi saranno simili allo scorso MC20, ad eccezione fatta per il tetto apribile, di cui ancora, però, non si sa la rigidità. Attraverso la fantasia usata per il camouflage, infatti, non si riesce ad evincere se Maserati ha optato per un tettuccio rigido o uno di tela, decisamente più sportivo ma meno resistente. Si riesce tuttavia ad intravedere una struttura a due gobbe, che lascia immaginare la stessa struttura rigida e ripiegabile che è stata montata sulle V8 Spider della Ferrari, a partire dal modello 458 al F8. In questo caso, Maserati avrebbe optato per un tettuccio divisibile in due parti che scompaiono nel cofano del motore.

Maserati MC20 Cabrio e Nettuno: binomio vincente

Il marchio del tridente offrirà l’innovazione nel tetto a scomparsa mentre per il resto rimarrà sul sicuro. Le caratteristiche, infatti, saranno le stesse proposte già per il modello coupé della MC20. Torna quindi la scocca in fibra di carbonio e materiali compositi.

Per quanto riguarda, il motore, inoltre, Maserati si affida nuovamente a Nettuno, il motore progettato e sviluppato dalla stessa casa automobilista. Tornerà quindi il V6 biturbo di 2,9 litri da 630 CV . già in grado di proporre incredibili prestazioni sulla MC20 precedente. La decappottabile modenese, infatti, dovrebbe essere in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 2,9 secondi, con una velocità massima di 325 km orari. Aspettiamoci, però, una conferma per questa cabrio, in quanto un peso diverso andrà sicuramente ad intervenire leggermente sui valori.

La trazione per questo modello sarà esclusivamente posteriore, rendendo possibile un accoppiamento con il V6 Nettuno tramite il cambio automatico doppia frizione a otto rapporti.

L’abitacolo rimarrà immutato, sfoderando ancora una volta lo stile racing che però non rinuncia alla comodità. Ci si aspetta comunque due monitor: uno per la strumentazione e l’altro ad uso dell’infotainment, unito all’immancabile cura per i dettagli.

Pronti per l’elettricità

Maserati MC20, però, non esaurisce qui le sue novità. Nel 2022, infatti, ci regala l’emozione di guidare a cielo aperto ma il 2023 sarà l’anno più importante: quello del suo ingresso nel mondo elettrico. Per quel momento, infatti, il Tridente ha annunciato una MC20 elettrica che andrà ad unirsi ai prossimi modelli ad emissioni zero. Questo modello arricchirà la categoria “Folgore”, aperta dalle due Maserati GranTurismo e GranCabrio, le prime auto della casa modenese che funzionano esclusivamente con un motore elettrico.

Silvia Giorgi – Palermo Post

Condividi Articolo
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.