fbpx

Azzero Tutto, Anzi no. La Sicilia va avanti con un governo delegittimato

In pochi giorni il governo Musumeci è stato delegittimato dalla sua stessa maggioranza, successivamente dall’assemblea dei Sindaci Siciliani ed è riuscito a scontentare tutti sulla riapertura delle scuole. A seguito della batosta, il presidente Nello Musumeci aveva annunciato l’azzeramento della giunta, per poi in meno di 24 ore fare dietrofront. Evidente sintomo di confusione e un chiaro arroccamento nel fortino di Palazzo d’Orleans, mentre fuori si riempiono le corsie degli ospedali e la regione é in affanno da ogni punto di vista.

Oggi dalle colonne di repubblica sferra l’attacco al fortino “l’alleato” Gianfranco Micciché, proprio il grande elettore siciliano più votato dai parlamentari. “Spero che uno dei motivi del rinvio dell’azzeramento sia la volontà di parlare con i partiti. Mi auguro che sia così”. Così il giorno dopo l’inizio della “mini crisi” alla Regione, il presidente dell’Ars e leader di Forza Italia in Sicilia, Gianfranco Micciché, che bacchetta l’assessore alla Salute, Ruggero Razza: “I guai nella sanità – dice – sono evidenti”. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, “è una persona troppo intelligente per non capire quali siano i suoi problemi”, spiega Miccichè, aggiungendo: “Ha troppa gente che non fa altro che riportargli un quadro che non è reale. Accusando i deputati di essere gente di malaffare danneggia la nostra terra. La gente se ne convince, ma non è così. Naturale che siano tutti arrabbiati”. L’azzeramento della Giunta, annunciato da Musumeci, è stato rinviato, “per fortuna. Prima di fare qualsiasi cosa, Nello ci chiami”, dice Miccichè, che poi punta il dito sul nodo Sanità: “Credo che sia uno di quegli assessorati in cui fare cambiamenti radicali”.

Un regolamento di conti all’interno del centrodestra siciliano in vista dell’imminente campagna elettorale per il rinnovo del parlamento e l’elezione del Presidente. Niente di scandaloso se non fosse che i ricoverati crescono di ora in ora e non si sa che pesci prendere. Con la politica tutta che tra elezione del presidente della repubblica, turno amministrativo e regionali pare essersi ritirata in un mondo fatato fatto di trame intrecciate, complotti e tradimenti. Mentre fuori imperversa la variante B.1.1.529 dal Sud Africa, meglio conosciuta come Omicron, ovvero il virus più contagioso mai conosciuto. Meno letale in percentuale, ma molto più pericoloso in valore assoluto, perché senza le misure necessarie: vaccinazione su scala planetaria, distanziamento sociale e testing, saranno molti di più i morti. Insomma la scienza avverte la politica e Musumeci fa l’offeso perché non è stato il più votato tra i grandi elettori siciliani.

La Sicilia era bellissima prima del governo Musumeci e continuerà ad esserlo, ci hanno pensato Fenici, Greci, Romani, Arabi, Normanni e Bizantini ad abbellirla. Non la vogliamo più bella, piuttosto in questo momento ci saremmo accontentati volentieri di politici che se ne volessero prendere Cura.

Simone Di Trapani – Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più