Fondazione Ri.med i lavori partiranno a Gennaio

Dopo un’attesa di nove anni finalmente la Fondazione Ri.med può annunciare l’inizio dei lavori per il centro di ricerca di Carini.

“Si tratta di un risultato importante –  Paolo Aquilanti, Presidente della Fondazione Ri.MED- che avvicina l’obiettivo di realizzare in Sicilia uno dei più significativi investimenti pubblici nel Mezzogiorno d’Italia. Il settore di azione, inoltre, è di portata straordinaria, coinvolge competenze professionali molto qualificate e asset tecnologici tra i più innovativi. Il concorso tra istituzioni pubbliche italiane – il Governo Nazionale, la Regione Siciliana, il Consiglio Nazionale delle Ricerche – e partner esteri come University of Pittsburgh e UPMC, ha dimostrato la capacità di tradurre in pratica una scommessa ambiziosa”.

 

Si affida, invece, ad una nota su Facebook il sindaco di Carini Giovì Monteleone

“È un importante traguardo raggiunto dopo tante vicissitudini e occorre ricordare che in alcune fasi dell’iter tecnico burocratico ha contribuito con il suo lavoro il nostro eccezionale ufficio comunale dei lavori pubblici”.

Continua Monteleone “Da alcuni mesi è attivo presso l’assessorato regionale dei lavori pubblici un tavolo tecnico tra Regione, Comune di Carini, Anas e Città Metropolitana per garantire un’adeguata rete viaria di accesso al realizzando centro di ricerca . Sarà adeguatamente allargata la sede stradale che parte dalla statale SS113 all’altezza dello Stop& Go fino al centro Storico di Carini in parte con finanziamento della città metropolitana e in parte con finanziamento regionale e la via Ponticelli alla cui redazione dei progetti concorre il nostro ufficio dei lavori pubblici .Contestualmente alla costruzione del centro di ricerca sarà realizzata la fognatura che si allaccerà al ramo fognario di via Mattarella”.


“È una grande opportunità” – conclude il Sindaco -“non solo per il rilancio economico del nostro territorio, frutto della collaborazione sinergica tra pubbliche istituzioni e Fondazione Ri.med , ma anche di rilancio culturale perché in prospettiva della attivazione del centro Ri.med sarà presto stipulata una convenzione ,il cui schema è stato già approvato dalla giunta comunale , tra Università degli Studi di Palermo e Comune di Carini per l’istituzione nel nostro Comune di corsi universitari , master e summer school che animeranno il nostro centro storico”.

Redazione Palermo Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More